Breaking News

3/breakingnews/recent

Startup & Innovazione

3/cate1/Startup

Mercurpress TV

6/cate2/Video

Eventi

5/cate3/Savethedate

Ultime Notizie

Armao (Regione Siciliana): l'impegno del Governo regionale nel digitale comincia a dare i primi risultati

ROMA, 15 ottobre 2019 (MERCURPRESS.IT) -

“La scelta strategica della Regione di puntare sul digitale quale elemento di sviluppo per la Sicilia comincia a dare i primi risultati e proietta l’Isola nella digital transformation con tutte le carte in regola. Ed a questo riguardo l’impegno del Governo regionale si muove nel senso di sostenere l'innovazione digitale collegata alle strategie regionali di specializzazione intelligente.”. Così Gaetano Armao, Vicepresidente ed Assessore all’Economia della Regione Siciliana, in occasione della Giornata del Digitale 2019, tenutasi oggi a Palermo.

Nell’ambito del Piano Triennale 2018-2020, sono attualmente in fase di realizzazione 7 interventi progettuali (con un investimento di 20,8 milioni di Euro) tra i quali si evidenziano il Progetto Banda Ultra Larga per il notevole impatto infrastrutturale sul territorio ed il Progetto Open Data che garantirà ai cittadini e alle imprese il diritto all’accesso ai dati, ai documenti e ai servizi di interesse.

Il Progetto per la costruzione di una rete di Banda Ultra Larga è nato per fornire una maggiore copertura per i servizi telefonici e internet anche nelle cd "aree bianche" del territorio. “Siamo passati – ha sottolineato Armao - da una copertura di 60 comuni a 142 comuni, più di 1 milione di unità abitative raggiunte a 30 mega per un totale di circa di 2 milioni di cittadini abilitati. Per quanto riguarda le risorse impiegate sono stati chiusi 30 cantieri, restano aperti 80 cantieri e 100 comuni in lavorazione nel 2019.”.

Sono  42 i progetti previsti in realizzazione tra il 2018 e il 2020, di cui 7 già a lavori iniziati, con un importo finanziato di circa 326 milioni di Euro per gli interventi. Il 72% degli investimenti è destinato al Progetto Banda Ultra Larga.

B Heroes, ai nastri di partenza il programma di accelerazione per startup di lm Foundationlm in collaborazione con Intesa San Paolo

ROMA, 14 ottobre 2019 (MERCURPRESS.IT) - B Heroes è un programma volto a favorire la crescita del tessuto imprenditoriale e l’innovazione nei nuovi business grazie a sostegno formativo, empowerment, accesso a finanziatori e supporto nella promozione e comunicazione.

Giunto alla terza edizione, il programma, è rivolto in particolare a giovani imprese per fornire sostegno finanziario, cultura imprenditoriale e visibilità, oltre ad aprire il mondo delle imprese tradizionali alla open innovation, favorendo l’interscambio tra “nuovi” e “vecchi” imprenditori. Per partecipare alle selezioni, le startup interessate si sono iscritte attraverso il sito Bheroes.it, una volta verificato di: operare in Italia, proporre innovazione di prodotto, di servizio, di processo, di modello di business ed essere pronte per attivarsi sul mercato. Lo scorso anno 650 startup hanno inviato domanda per partecipare al progetto.

Delle aziende incontrate, 20 sono state selezionate per partecipare al processo di accelerazione in un’operazione che ha coinvolto 300 mentor – tra imprenditori, manager e innovatori italiani di successo – e portato all’assegnazione di un investimento finale di 1000.000 Euro.

Partner della selezione e degli investimenti Boost Heroes, società di partecipazioni promossa da Fabio Cannavale con più di 50 soci, che ha già investito in oltre 100 startup negli ultimi 4 anni. Boost Heroes organizza il roadshow di B Heroes che rappresenta il percorso di selezione per l’ammissione al programma.
Business partner di Boost Heroes è QVC, retailer multimediale dello shopping e dell’intrattenimento.

Il suo team affianca i selezionatori di Boost Heroes durante le tappe del roadshow in modo da offrire la propria competenza sull’innovazione di prodotto non soltanto digitale, ma anche fisico. Le startup ritenute particolarmente interessanti potranno anche essere incluse in QVC Next, specifico programma a sostegno dell’imprenditoria italiana con particolare riguardo alle startup al femminile e ad impatto sociale positivo.

Partner di coinvestimento di Boost Heroes è BacktoWork24, la principale piattaforma in Italia, che favorisce l’investimento in startup, PMI e progetti real estate da parte di investitori privati e professionali. Grazie alla partnership tutte le startup che parteciperanno al programma di accelerazione potranno lanciare una campagna di equity crowdfunding a condizioni agevolate. Inoltre, BacktoWork24 ha sviluppato per Boost Heroes un portale dedicato per facilitare l’interazione tra le startup finaliste e i mentor del programma.

Le prossime tappe del roadshow di selezione saranno:

  • Padova, 15 Ottobre
  • Napoli, 16 Ottobre
  • Como, 18 Ottobre
  • Roma, 21 Ottobre
  • Bologna, 23 Ottobre
  • Torino, 28 Ottobre
  • Milano, 30 Ottobre


Scuotto (Fondimpresa): in Campania le aziende credono nella formazione come driver per lo sviluppo

ROMA, (MERCURPRESS.IT) - “La Campania è protagonista della grande rivoluzione culturale in atto che vede le aziende investire nella formazione continua con le sue quasi 25mila aziende e oltre 264mila addetti. Oltre il 12% delle aziende aderenti a Fondimpresa sono campane.” Lo ha dichiarato il Presidente di Fondimpresa Bruno Scuotto, al margine del convegno” La formazione delle imprese: un hub con il futuro dentro” svoltosi oggi a Napoli alla Stazione alta velocità Napoli Afragola. “In uno scenario pieno di complessità, le aziende hanno compreso che innovazione e formazione sono i driver necessari per competere in modo duraturo e sostenibile. Uno degli aspetti più significativi è che questa consapevolezza non appartiene più soltanto alle grandi aziende: assistiamo infatti a un processo di progressiva democratizzazione dell’innovazione, trainata anche dai paradigmi più recenti – almeno per il nostro Paese – quali l’open innovation, che stanno moltiplicando le opportunità di innovare, anche da parte di aziende di dimensioni minori. Grazie, soprattutto, al minor costo di accesso a soluzioni innovative, idee e soprattutto competenze, privilegio storicamente riservato alle grandi multinazionali. Fondimpresa, grazie all’impegno ed alla spinta propulsiva dei suoi soci Confindustria, CGIL, CISL e UIL, si schiera da sempre al fianco delle aziende per accompagnarle nel delicato processo di innovazione e trasformazione digitale. I nostri numeri parlano chiaro, con oltre 201mila aziende aderenti e 4milioni 681mila lavoratori su territorio nazionale.“

Come scoprire ed esprimere la propria forza vitale, Stefania Allegra, Curcio Editore

ROMA, (MERCURPRESS.IT) - Il testo verte su un argomento che affonda le sue radici sull’aspetto scientifico di ciò che possiamodefinire come concetto di forza vitale ed energia, del ki o prana. Il tutto documentato dalla fisica quantistica nella comprensione anche dei campi di forza psichici diquesta energia che ci circonda.

Parte dei proventi delle vendite di quest’opera saranno devoluti in onore e memoria di Angelo D’Arrigo in beneficenza per “Talleres de artisania”, progetto per la creazione di un laboratorio artigianale per le donne peruviane, della Fondazione “Angelo D’Arrigo”. Il libro è pubblicato in onore e memoria di Angelo D’Arrigo, con la prefazione dello stesso.

La scrittrice, Stefania Allegra, nasce e vive a Taormina. I suoi studi la portano a spostarsi fin da giovane, in particolare a Vienna: in questo periodo scoprirà una particolare risonanza con la vita e la cultura nordica di questa città. Conseguito il Diploma di Laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne, si specializza negli anni successivi con vari Master e acquisisce il titolo di dottorato di ricerca. Dedica gli “Studi di ricerca sul pranayama e sulla psicologia dello Sport estremo” ad Angelo D’Arrigo, con il quale stava collaborando, al momento della sua improvvisa scomparsa, alla scrittura della prefazione del suo libro Come scoprire ed esprimere la propria forza vitale. Il Ki o prana.

Il volume sarà presentato a Roma, il prossimo Venerdi 8 novembre, presso la libreria Mondadori (Piazza Cola Di Rienzo, 81/83) alle ore 18.00.

Per acquistare il libro cliccare qui

Ferrarini punta sull'export e lancia Italianfoodphilosophy all'ANUGA di Colonia

ROMA, 12 ottobre 2019 (MERCURPRESS.IT) - E' stato un successo la partecipazione del Gruppo Ferrarini all'ANUGA di Colonia, la fiera più importante del mondo alimentare,che si conclude oggi. L'azienda di Reggio Emilia ha presentato (Hall 5.2 stand n. A008) l'intera gamma di prodotti che rappresentano il fiore all’occhiello del Made in Italy, espressione compiuta dell’Italianfoodphilosophy, claim dello stand Ferrarini. Grazie all’ampia gamma di prodotti il Gruppo Ferrarini si distingue come attore unico in grado di presentare un'offerta completa dell'alimentare italiano di alta qualità. Continua, quindi, la crescita all'estero. Ferrarini oggi è presente in 34 paesi ed è tra i leader di mercato nel food made in Italy di qualità in Giappone, USA, Svizzera, Spagna, Hong Kong e in importanti Paesi del Sud Est Asiatico come Singapore e Thailandia. "Il riscontro che stiamo avendo in fiera - dichiara la presidente Lisa Ferrarini - è il segnale di quanto siano apprezzati i nostri prodotti e sia forte il brand nel mondo e non solo in Italia. Stiamo riscuotendo un grande interesse, oltre che dai nostri clienti tradizionali, da buyer di paesi in cui non siamo presenti in modo capillare e questo è un segnale importante. Ottime prospettive, ottimi contatti soprattutto per il mercato europeo ed i mercati asiatici.” Fondata a Reggio Emilia nel 1956 , Ferrarini è ormai una tra le più importanti realtà europee nel settore agroalimentare e propone in tutto il mondo, oltre al suo prosciutto cotto, i prodotti tipici dell'italianità: dal prosciutto di Parma alle diverse specialità di salumeria, accompagnate dai prodotti dell'azienda agricola Ferrarini, dalla quale l'attività imprenditoriale ha preso avvio, come il Parmigiano Reggiano DOP, i vini e l'aceto balsamico di Modena IGP e il Tradizionale di Reggio Emilia DOP. L’area della produzione agricola, delle Fattorie Ferrarini, dalla quale l’attività imprenditoriale ha preso avvio, si è notevolmente sviluppata nel tempo e rappresenta oggi un importante supporto all’attività industriale. La produzione del “Parmigiano Reggiano DOP” vanta il presidio da parte di Ferrarini dell’intera filiera, dal foraggio, alle bovine da latte, alla lavorazione fino alla stagionatura; nella primavera del 2007 Ferrarini stata inoltre la prima azienda del comprensorio del Parmigiano Reggiano che ha ottenuto la certificazione di prodotto “con latte ottenuto da alimentazione NON OGM”. La fiera Anuga di Colonia è stata anche l'occasione per presentare ai grandi buyers internazionali i due nuovi prodotti 100% italiani: il Prosciutto Cotto e il Prosciutto Crudo Big Storico. Due prodotti top di gamma pensati per soddisfare le richieste del mercato che premiano l’altissima qualità e l’artigianalità, insieme alla trasparenza sulla provenienza, a partire dalla materia prima. "Dietro ogni prodotto Ferrarini - spiega il direttore marketing Claudio Rizzi - c’è una filosofia, un’idea fatta di Tradizione e Storia, come quella millenaria dell’ Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia; c’è un viaggio alla scoperta dei nostri luoghi e delle Fattorie Ferrarini dove si coltivano il foraggio per alimentare le mucche da latte per la produzione del Parmigiano Reggiano NON OGM. C’è un saper fare fatto di tanta manualità e grande passione, la semplicità degli ingredienti del Prosciutto di Parma DOP, la particolare sapienza nello scegliere le materie prime e le spezie per ottenere l’esclusivo e apprezzato gusto del prosciutto cotto Ferrarini. Il risultato sono grandi Prodotti simboli del Cibo italiano, il più amato al mondo."

Contatta la Redazione

Nome

Email *

Messaggio *