Garavini (IV): “Potenziare cooperazione tra paesi del Mediterraneo e del Mar Nero come leva per le sfide del futuro”

“La ridefinizione in corso degli equilibri geopolitici mondiali passa anche da una rinnovata attenzione europea nei confronti dei suoi confini marittimi. Intendendo come mari europei non solo il Mediterraneo, ma anche il Mar Nero. Che proprio in queste settimane è tragicamente coinvolto nella guerra di aggressione del Cremlino contro l’Ucraina. Con il commercio marittimo di fatto bloccato e navi colpite dai missili russi. L’auspicio è che gli sconvolgimenti in corso terminino e si possa ripristinare la collaborazione tra gli Stati che si affacciano sui due mari”.

“Se il primo è da sempre considerato la nostra culla, il secondo è stato riconosciuto solo a partire dal 2007, con l’ingresso di Romania e Bulgaria nell’Unione. Il rapporto con quest’area, di sicuro interesse sociale, economico e politico per la Ue, è quindi ancora relativamente recente e tutto da definire. Costruire opportunità di integrazione e crescita tra le realtà dei due mari può diventare quindi una leva nel percorso verso la transizione ecologica, i temi legati alla sostenibilità, alla protezione dell’ambiente e ai cambiamenti climatici, che tutti siamo chiamati a promuovere. Proprio in ambito ambientale si concentrano infatti molte delle problematiche comuni tra Mar Mediterraneo e Mar Nero.”

Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri, promotrice del convegno ‘Lo sviluppo delle relazioni tra le società civili del Mediterraneo e Mar Nero, obiettivo prezioso per costruire la Pace e lo Sviluppo quale efficace transizione ecologica’ martedì 12 aprile dalle ore 11.00 alle 13.00 presso la Sala Zuccari del Senato.

L’evento, promosso in collaborazione con i partners dell’Osservatorio Euro Mediterraneo Mar Mero, si aprirà con i saluti della senatrice Laura Garavini. A seguire gli interventi di Roberto Russo, Presidente del network internazionale Fispmed coordinatore Osservatorio; Vincenzo Pepe, Presidente Fare Ambiente; Anna Rea, Progetto Sud; Paolo Pantani, Vicepresidente Regione Mezzogiorno Mediterraneo Eumed. Concluderà l’onorevole Gennaro Migliore, Presidente dell’Assemblea Parlamentare Euromediterranea. Modera Antonio Passaro, Direttore rivista Lavoro Europeo.

È possibile accreditarsi inviando una mail a barbara.laurenzi@senato.it. Ingresso consentito solo fino a raggiungimento posti. Per gli uomini sono richieste giacca e cravatta. Sarà possibile seguire l’evento anche online, in diretta streaming su webtv.senato.it

Posta un commento

Nuova Vecchia