Distribuzione ICT in crescita anche nel 2021: continua il processo di digitalizzazione del paese


Nei primi nove mesi del 2021 il fatturato dei beni tecnologici rappresentato dal Panel Distributori ICT di GfK ha raggiunto i 6,1 miliardi di Euro, con una crescita del +8,4% rispetto lo stesso periodo del 2020.

Il risultato dei primi tre trimestri dell’anno in corso è incoraggiante per la Distribuzione ICT e la performance avrebbe potuto essere migliore se la crescita del fatturato del terzo “quarter” non fosse stata frenata dalle difficoltà legate alla logistica e dallo shortage produttivo della componentistica.

In Italia, la domanda di beni tecnologici resta fortemente sostenuta dall’accelerazione del processo di trasformazione digitale che si sta estendendo in tutti i settori, non solo aziendali, ma anche nelle famiglie, nella P.A. e nell’Istruzione. Durante la pandemia, la digitalizzazione si è imposta come sistema dominante, permettendo continuità nelle attività quotidiane, superando le barriere fisiche e i confini della loro fruizione. Contemporaneamente, favorita dal lockdown del 2020, ha dimostrato quanto i processi aziendali possano essere più economici ed efficienti attraverso una innovativa riorganizzazione della forza lavoro difficilmente immaginabile prima.

In questi primi nove mesi del 2021, il settore IT (+7,3%) sta ancora beneficiando dell’onda di questi cambiamenti, come dimostrano i trend delle categorie che trainano la supply chain dei canali consumer (+11%), con i Notebook e Tablets che crescono del +14,6% a valore. Andamento positivo anche per i televisori (+12,7), complici i nuovi incentivi per lo switch-off e il ritorno dei grandi eventi sportivi di questa estate. Il fatturato della supply chain relativa ai canali business cresce del +6,7% sostenuta anch’essa dalla forte domanda di PC (+8,2) dai Monitor e Signage a +31,1%, oltre che dalla componentistica hardware (+23,7).

Non sono da meno, in termini di crescita, i settori della telefonia (+11,1%), il settore Office (+8,6%) e la Consumer Electronics insieme agli Elettrodomestici (+19%). L’unico settore che mostra un trend negativo è quello dei Servizi (-6,5%) ma è anche il meno importante per fatturato sviluppato.

Posta un commento

Nuova Vecchia