Breaking News

3/breakingnews/recent

L'utilizzo di FreeStyle Libre di Abbott riduce i livelli di emoglobina glicata (HbA1c) nelle persone con diabete Tipo 2

Nessun commento
ROMA, giugno 12, 2019 (MERCURPRESS.IT) - Abbott annuncia nuovi dati che dimostrano che l’utilizzo del sistema FreeStyle Libre – la rivoluzionaria tecnologia di monitoraggio FLASH del glucosio (FGM, flash glucose monitoring) – riduce in modo significativo i livelli di emoglobina glicata (HbA1c) nelle persone con diabete di Tipo 2 in trattamento insulinico intensivo.[ii] I risultati si basano sull’analisi di dati retrospettivi in real-world di tre Paesi europei e sono stati presentati a San Francisco in occasione della 79a edizione della American Diabetes Association (ADA).

L’obiettivo dell’analisi combinata dei tre singoli studi era quello di determinare l’impatto dell’utilizzo del sistema FreeStyle Libre sul controllo glicemico nelle persone in terapia insulinica intensiva per diabete Tipo 2, la forma più comune di diabete, a causa della quale l’organismo non è in grado di produrre quantità di insulina sufficienti a mantenere i normali livelli glicemici. I ricercatori hanno valutato le cartelle cliniche di 363 persone in Francia, Germania e Austria, valutando i livelli di HbA1c a tre e sei mesi in persone con un’età media di circa 63 anni che si iniettavano insulina più volte al giorno, mediamente da oltre otto anni.

I risultati – che rappresentano la prima valutazione di dati real-world di persone con diabete Tipo 2 che utilizzano il sistema FreeStyle Libre[iii] - hanno dimostrato una correlazione tra la riduzione di HbA1c e l’adozione della tecnologia di Abbott dopo almeno tre mesi di utilizzo. Una diminuzione di HbA1c pari a quasi l’1% (-0,9%, o -9,7 mmol/mol) rappresenta una significativa riduzione dei livelli di glucosio con l’obiettivo di raggiungere i livelli di HbA1c pari a 7% raccomandati dalla American Diabetes Association per i diabetici adulti (escluse le donne in gravidanza).[iv]

Altri risultati di rilievo hanno dimostrato che:

• il valore medio di HbA1c era pari all’8,9% (73,3 mmol/mol) prima dell’uso del sistema FreeStyle Libre e all’8,0% (63,6 mmol/mol) dopo l’utilizzo della tecnologia di Abbott;
• non sono state rilevate differenze relative a età, genere, indice di massa corporea o durata della terapia con insulina, a riprova che i risultati potrebbero essere applicati ad una più ampia popolazione di persone con diabete Tipo 2 e non solo a un particolare sottogruppo.

“Questi risultati real-world evidenziano che il sistema FreeStyle Libre può cambiare in maniera significativa il modo in cui le persone gestiscono il diabete, specialmente nei casi di diabete Tipo 2 in trattamento con insulina" dichiara Paolo Pozzilli, Professore Ordinario di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo, Università Campus Biomedico di Roma “Usando i risultati delle glicemie in tempo reale, nonché le frecce di tendenza delle stesse e le indicazioni fornite dallo strumento, semplice da impiegare nella quotidianità, le persone con diabete sono coinvolte più attivamente nel prendere decisioni riguardanti la gestione della loro glicemia, migliorando cosi il controllo di questa condizione”.

I dati real-world e la ricerca clinica sottolineano il ruolo che il sistema FreeStyle Libre potrebbe avere nel cambiare lo standard di cura.

I livelli di HbA1c, che riflettono la glicemia media di una persona per un periodo di tre mesi, servono come punto di riferimento principale per indicare il rischio di sviluppare complicanze a lungo termine dovute al diabete. Per le persone che gestiscono il diabete, l’obiettivo di ottenere livelli di HbA1c normali è uno dei parametri critici di successo, poiché è correlato con gli esiti di salute a lungo termine. Questi dati real-world, insieme a uno studio controllato randomizzato e indipendente pubblicato recentemente su Diabetes Care, confermano ulteriormente che l’uso di FreeStyle Libre riduce significativamente i livelli di HbA1c e migliora il controllo della glicemia nelle persone con diabete Tipo 2.[v]

Inoltre, un crescente numero di evidenze dimostra che strumenti come il time in range (TIR) e l’Ambulatory Glucose Profile (AGP) – che offre una panoramica più chiara e semplificata dei livelli e dei pattern glicemici nel tempo – potrebbero essere utili, oltre all’HbA1c, per migliorare il controllo glicemico e lo standard di cura per una corretta gestione del diabete.

“I medici ci dicono che FreeStyle Libre sta cambiando il percorso di cura delle persone con diabete, e la combinazione di questi dati real-world e dello studio clinico sono un’ulteriore conferma che la nostra tecnologia permette riduzioni significative di HbA1c nelle persone con diabete Tipo 2”, dichiara Mahmood Kazemi, MD, divisional vice president, global medical and scientific affairs, Diabetes Care, Abbott. “Questo va ad aggiungersi alle crescenti evidenze in real-world di oltre mezzo milione di utilizzatori che hanno più volte dimostrato come l’uso di FreeStyle Libre sia associato a un miglior controllo della glicemia e a un miglioramento degli outcome di salute. Agli oltre 425 milioni di persone che vivono con il diabete in tutto il mondo, la tecnologia di Abbott può offrire una grande opportunità per cambiare la vita e il futuro”.

Il sistema FreeStyle Libre di Abbott è attualmente utilizzato da oltre 1,5 milioni di diabetici in 46 Paesi nel mondo.[vi] Abbott ha ottenuto il rimborso parziale o totale per il sistema FreeStyle Libre in 33 Paesi, ivi inclusi Italia, Francia, Irlanda, Giappone, Regno Unito e USA.

Nessun commento

Posta un commento

Contatta la Redazione

Nome

Email *

Messaggio *